Chi deve essere più green: cittadini, governi o aziende? Cosa cambia fra Europa, USA e Cina

January 14, 2019

I cittadini europei sono i più inclini a pensare di essere essi stessi il primo motore del cambiamento verso un mondo più green, per esempio scegliendo di passare al solare come fonte di energia elettrica e termica. È di questa opinione il 31% di noi, contro il 24% degli americani e il 27% dei cinesi. Lo mette in evidenza un sondaggio condotto dalla European Investment Bank in collaborazione con YouGov, su come la pensano 25.000 cittadini europei, americani e cinesi su chi debba fare il primo passo per ridurre il riscaldamento globale.

Al contrario degli europei, la fetta più consistente degli americani, uno su quattro, ritiene che prima di tutto sia dovere delle organizzazioni internazionali come le Nazioni Unite o la Banca Mondiale prendere in mano la faccenda, mentre solo il 12% pensa che sia un compito del governo statunitense essere più green.


Lo stesso trend, ma più marcato, lo si riscontra in Cina, dove addirittura il 40% dei cittadini passa la patata bollente alle organizzazioni internazionali, mentre il 18% soltanto di loro al proprio governo.  Il 9% degli europei, il 3% dei cinesi e ben il 12% degli americani ritiene invece che siano le aziende private a dover prendere l’iniziativa per cambiare davvero le cose.
Non dimentichiamo infine che per un cittadino europeo e cinese su 100 e per 6 americani su 100 il cambiamento climatico nemmeno esiste.

E gli italiani? Il 37% di noi pensa che sia nostro dovere fare il primo passo, per il 24% se ne deve occupare il governo, per l’11% gli enti locali, per il 19% degli intervistati le organizzazioni internazionali e solo il 6% pensa che a fare la differenza dovrebbero essere prima di tutto le imprese.

Guardando i dati, in Europa si osserva un certo gradiente nord-sud: nel nord Europa è minore la fetta di cittadini che ritengono di essere essi stessi il motore del cambiamento, a favore invece delle organizzazioni internazionali. In paesi come l’Italia, la Spagna, il Portogallo e i paesi balcanici, al contrario, le risposte sono invertite: la maggior parte della responsabilità è attribuita alla cittadinanza, che ha la responsabilità di scegliere fonti di energia green.

Interessanti sono infine i dati sul riciclo dei rifiuti. Gli europei sono i più inclini a riciclare i propri rifiuti: il 66% degli intervistati si impegna a farlo nei prossimi 12 mesi, contro il 60% degli americani intervistati e il 52% dei cinesi. Noi italiani siamo al nono posto in Europa, almeno come media nazionale, anche se le differenze regionali sono profonde. Il 71% degli italiani si dichiara disposto a riciclare ordinatamente i rifiuti nel corso del 2019.

Sono molti i modi attraverso i quali possiamo fare la nostra parte: riciclando o scegliendo fonti di energia senza emissioni di gas serra come il solare, che non solo è conveniente, ma affidabile e di semplice manutenzione.
Se sai scegliere il prodotto giusto.

I pannelli fotovoltaici SunPower sono progettati per attivarsi prima al mattino e rimanere operativi fino a tarda sera, funzionando a maggiore intensità rispetto agli altri. Puoi quindi trarre il massimo dall’energia solare e dal significativo risparmio che ti consente di conseguire. Intanto, il pianeta ringrazia.

Inizia oggi, chiedi un preventivo al numero verde 800 795 730 e segui tre facili passi.

Previous
SunPower presenta i suoi nuovi pannelli SunPower Performance
SunPower presenta i suoi nuovi pannelli SunPower Performance

Next
Ecco perché se la tua attività diventa sostenibile il tuo brand ci guadagna
Ecco perché se la tua attività diventa sostenibile il tuo brand ci guadagna

Curioso di saperne di più? Visita il nostro sito internet!

VAI!